Corso di formazione e informazione dei lavoratori

In relazione agli art. 37 e 36 del D.Lgs 81/2008 e in osservanza della legislazione in materia di Sicurezza sul Lavoro, Gruppo Minerva organizza un corso di formazione e informazione dei lavoratori relativo alle mansioni che andranno a svolgere in azienda. Mansioni per cui – a norma di legge – devono essere formati e informati sia a livello teorico, che pratico.

Obiettivi

Il corso di formazione e informazione dei lavoratori si pone l’obiettivo di formare il lavoratore al fine di interpretare al meglio il suo ruolo e svolgere i compiti nella mansione specifica assegnatagli dal datore di lavoro, nonché espletare la formazione obbligatoria relativa agli art. 37 del D. Lgs. 81/08 e come definito nell’accordo Stato-Regioni n° 221/ESR del 21/12/2011.

Il Testo Unico sulla Sicurezza (D. Lgs. 81/2008), infatti, prevede che il datore di lavoro garantisca a ogni lavoratore un’adeguata formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro. In particolare, il nostro corso di formazione e informazione dei lavoratori riguarderà i concetti di rischio, danno, prevenzione, protezione, organizzazione della prevenzione aziendale, diritti e doveri dei vari soggetti aziendali, organi di vigilanza, controllo, assistenza; rischi riferiti alle mansioni e ai possibili danni e alle conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristici del settore o comparto di appartenenza dell’azienda.

Destinatari

L’art. 2 comma 1/A del Testo Unico definisce “lavoratore” la persona che, “indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un’attività lavorativa nell’ambito dell’organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione anche al sol fine di apprendere un mestiere, un arte o una professione”. Il corso è destinato dunque a tutti i lavoratori sotto datore di lavoro, inclusi i cosiddetti “atipici” (a progetto, co.co.co, interinali) e gli artigiani.

Il Testo Unico prevede che “la durata, i contenuti minimi e le modalità della formazione siano definiti mediante accordo in sede di Conferenza Permanente per i Rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome, previa consultazione delle parti sociali”. Le regole attuali sono entrate in vigore nel gennaio 2012, e la novità principale riguarda l’individuazione della durata della formazione in base al rischio dell’attività aziendale: basso, medio, alto.

Le imprese saranno suddivise per grado di rischio cui competeranno diversi obblighi formativi. I livelli saranno:

  • Basso: uffici e servizi, commercio, artigianato e turismo;
  • Medio: agricoltura, pesca, P.A., istruzione, trasporti, magazzinaggio;
  • Alto: costruzioni, industria, alimentare, tessile, legno, manifatturiero, energia, rifiuti, raffinerie, chimica, sanità, servizi residenziali.
Durata
  • Modulo A: rischio basso; durata complessiva di 8 h.
  • Modulo B: rischio medio; durata complessiva di 12 h.
  • Modulo C: rischio alto; durata complessiva di 16 h.

Ti interessa?

Lascia i tuoi dati e ti richiamiamo noi!
Ho letto e accetto la privacy e cookie policy