Esperto in cantieristica l’Architetto Laura Petricca

Oggi abbiamo deciso di intervistare il nostro socio, nonché esperto in cantieristica, l’Arch. Laura Petricca.

Buongiorno Laura, le va di parlarci del suo lavoro?

Buongiorno, certamente.

Mi presento, sono Laura Petricca, un architetto Junior iscritta all’ordine degli Architetti di Roma e sono anche uno dei soci del Gruppo Minerva, nonché un esperto in cantieristica.

Ognuno di noi si occupa di un’area specifica, io principalmente, mi occupo di cantieristica e medicina del lavoro.

La cantieristica

Per quanto riguarda la cantieristica come professionista svolgo il ruolo di coordinatore per la sicurezza sia in fase di progettazione sia in fase di esecuzione dell’opera.

Ciò consiste nella fase di progettazione e nella la redazione del PSC (Piano di Sicurezza e coordinamento).

Nel PSC viene fatta una descrizione dei lavori e vi sono trascritte tutte le figure responsabili presenti in cantiere.

Sempre nel PSC, viene eseguita un’analisi dei costi della sicurezza che possono incidere sull’importo totale dei lavori, viene fatto un organigramma temporale ed infine viene eseguito un layout di cantiere che consiste nel definire:

  • Tutti gli accessi.
  • I percorsi.
  • I servizi igienici sanitari.
  • I baraccamenti.
  • La cartellonistica.

Tutto ciò che serve per rendere un’area di cantiere in ordine e in sicurezza.

Poi inizia la fase del coordinatore per la sicurezza nell’esecuzione dei lavori e qui si entra proprio in cantiere controllando che tutto quello che è scritto nel PSC venga attuato e rispettato sul posto di lavoro.

Anche in questa fase c’è una parte burocratica che consiste nel controllo di tutta la documentazione delle imprese edili come previsto dal D.Lgs. 81/08.

Man mano che si svolgono i lavori,  il coordinatore ha il compito di fare dei sopralluoghi, controllando che il cantiere sia in sicurezza, rilasciando dei verbali controfirmati dall’impresa, dal coordinatore e dalla committenza.

Nel caso l’impresa, dopo il terzo sollecito, non dovesse ottemperare alle inadempienze da me segnalate, il verbale stesso dovrà essere inviato alla ASL, che a sua volta potrà prescrivere delle sanzioni all’impresa stessa.

Posso chiederle perchè ha scelto di laurearsi in architettura?

Ho scelto di laurearmi in architettura perché mi appiosanava il disegno e la matematica, sono portata essenzialmente per le materie scientifiche.

Come è diventata un esperto in cantieristica?

Mi sono specializzata nella sicurezza in cantiere perché dopo aver superato l’esame sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, ho scelto di fare la tesi con un relatore che svolgeva questo lavoro che mi ha trasmesso una grande passione per il settore.

Di cosa si occupa presso il Gruppo Minerva?

Presso il Gruppo Minerva mi occupo di cantieristica e medicina del lavoro, per quanto riguarda la prima come già detto precedentemente ricopro personalmente la figura del coordinatore per la sicurezza edile, mentre per la seconda sono la responsabile della stessa area e coordino lo staff medico che collabora con noi.

Da quanti anni lavora nel suo settore?

Sono dieci anni che mi occupo di sicurezza sui luoghi di lavoro, ovvero, da subito dopo che mi sono laureata.

Quali sono i lati positivi del suo lavoro?

I lati positivi del mio lavoro sono tanti ma quello per cui provo più passione è l’abbassare il più possibile la soglia di pericolo a cui gli operai sono esposti ogni giorno durante le loro ore lavorative all’interno di un cantiere edile.

Un altro lato, senz’altro positivo, è quello di aiutare i datori di lavoro ad evitare sanzioni amministrative dagli organi ufficiali come previsto dal D.Lgs. 81/08, sistemando tutta la parte documentale e burocratica dell’impresa edile.

Se potesse modificare qualcosa del suo campo, cosa sarebbe?

Modificare qualcosa è difficile, principalmente perché sono tutte legate l’una con l’altra, però comunque eliminerei un po’ della parte burocratica, credo che a nessuno piacciano le montagne di scartoffie.

In seconda battuta, vorrei che gli organi ufficiali fossero più collaborativi più con le imprese e con i loro consulenti per la sicurezza, in modo da poter rendere il nostro settore più armonioso e meno macchinoso.

Su una scala da 1 a 10 quanto pensa sia importante il suo lavoro per le imprese?

Il mio lavoro per le imprese è importantissimo perché mi fa essere quella figura che si trova tra l’impresa e l’organo ufficiale, ma soprattutto è quella che fa in modo che nessun operaio rischi la vita durante le ore di lavoro.

Quindi direi che il grado di importanza del coordinatore per la sicurezza sia 10 e lode.

 

 

Gruppo Minerva

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment. Click here to login.

RSPP per l’alternanza scuola lavoro Cantieristica e la crisi edilizia