Sicurezza a scuola e come valutarla

La sicurezza a scuola negli ultimi anni è diventata un argomento sempre più sensibile.

Dalle direttive europee in materia di sicurezza alla sempre maggiore da parte del legislatore, l’Italia si è piano piano uniformata su tutti i settori lavorativi con le dovute criticità.

Cosa c’entra con la sicurezza a scuola?

La sicurezza a scuola è senz’ombra di dubbio più un principio che dovrebbe venire col buon senso piuttosto che essere resa doverosa dalla legge.

Essendo le scuole, di ogni ordine e grado, luoghi di lavoro la sicurezza si staglia a difendere lavoratori e non.

Questo perché il compito della sicurezza a scuola, in altre parole più in generale sul lavoro, è il prevenire rischi ed evitare incidenti sia ai lavoratori sia alle persone che si trovano in loco per altri motivi.

Come si realizza la sicurezza a scuola

  1. Stilare il D.V.R., acronimo che sottintende il Documento di Valutazione dei Rischi.
  2. Formare una figura che ricopra il ruolo di R.S.P.P., cioè il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione.
  3. Stilare un altrettanto adeguato Piano d’Emergenza.

Quali sono i rischi a scuola?

Apparentemente la scuola non sembrerebbe, un luogo esposto a grandi rischi nell’attività ordinaria, eppure essendo questa un posto di continue attività diverse fra loro, i principali pericoli sono dovuti a:

  • Condizioni di scarsa illuminazione.
  • Superfici bagnate.
  • Obsolescenza delle strutture e degli strumenti di sicurezza.

Altri rischi invece, che differiscono da questi di carattere ambientale possono essere dovuti al comportamento degli studenti.

No, non stiamo facendo la solita ramanzina del: ”Vi dovete comportare bene ragazzi”.

Anzi, talvolta sono proprio i comportamenti meno dolosi, come una piccola disattenzione, a comportare delle situazioni critiche.

“Il semplice gioco può compromettere la sicurezza a scuola”

Altre situazioni e/o oggetti di rischio analizzati dai nostri tecnici:

  • Affollamenti
  • Finestre inadeguate.
  • Scale.
  • Arredi.
  • Attrezzature da lavoro appuntite.
  • Movimentazione dei pesi, come i banali zaini per esempio.
  • Posture scorrette.

Per non parlare dei rischi biologici, igienici vari che si riscontrano nei laboratori delle scuole che ne fanno uso nella loro attività d’istruzione.

Non ci vogliamo dilungare troppo, ma se volete saperne di più non esitate a contattarci.

Il miglior consiglio che possiamo dispensare per abbattere i rischi è: Attenzione Costante.

La sicurezza a scuola deve essere una priorità, sempre.
Gruppo Minerva

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment. Click here to login.

Dispositivi di protezione individuale Uso corretto dei videoterminali