Valutazione del rischio dello stress da lavoro correlato

welfare aziendale

La valutazione del rischio dello stress da lavoro correlato, può essere considerato una delle criticità del lavoro nel settore terziario, composta da problematiche a lungo termine.

Come già affrontato nell’articolo precedente, riguardante la quarta rivoluzione industriale, lo stress da lavoro correlato sarà uno dei rischi sempre maggiori per i dipendenti.

Il datore di lavoro lo dovrà saper interagire con questa problematica per gestire al meglio la sicurezza sul lavoro dei propri dipendenti.

Stressa da lavoro correlato, cenni normativi

Lo stress da lavoro correlato è contemplato nel Decreto 81/08 all’articolo 28.

Le cause maggiori di stress sono:
• Lavoro precario.
• Mancanza di comunicazione.
• Gerarchia non definita.
• Mole di lavoro troppo grossa.
• Mancanza di sostegno e collaborazione fra colleghi.
• Molestie di qualsiasi natura, da parte di terzi.
• Ostruzionismo.

Lo stress sul luogo di lavoro è diagnosticabile tramite dei questionari, ovvero dei test mirati che verranno rielaborati da psicologi specializzati.

L’Inail stessa ha pubblicato un documento trattante la gestione del rischio derivante dallo stress.

Le malattie cardiovascolari o i disturbi muscolo scheletrici sono problematiche derivanti da un’esposizione prolungata allo stress lavorativo.

Un impiegato troppo stressato può risultare improduttivo, anzi anche contro produttivo, potrebbe danneggiare l’azienda economicamente, ma anche internamente creando scompiglio nell’ufficio.

Lo stress non è da sotovalutare, anzi, è molto più frequente di quanto possiamo immaginare.

Un capo troppo stressante è l’incubo di tutti, rischia di bloccare emotivamente i dipendenti e portarli ad un esaurimento nervoso nel giro di poche settimane.

“… Considerare il problema dello stress sul lavoro può voler dire una maggiore efficienza e un deciso miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro, con conseguenti benefici economici e sociali per le aziende, i lavoratori e la società nel suo insieme…”

(Accordo Europeo sullo stress sul lavoro, Bruxelles, 8 ottobre 2004)

Stress sul luogo di lavoro, i sintomi

Stress è una parola che deriva da pressione, essa se esercitata in misura troppo elevata può portare ad una rottura, un’esplosione, un esaurimento.

I sintomi da tenere sotto controllo sono:
• Sensazione di impotenza.
• Ricorso a valvole di sfogo come fumo o alcool.
• Problemi fisici come i tic nervosi o problemi cardiovascolari.
• Irritabilità o irascibilità.
• Cambi di idee repentine, essere lunatici.

Non ci sono vere e proprie soluzioni istantanee indicate per risolvere le problematiche derivanti dallo stress lavorativo, ma in linea di massima è consigliabile effettuare un’indagine e trattare la situazione con cautela, facendosi aiutare da uno psicologo esperto.

Se si è in difficoltà ad interagire, allora è consigliabile trattare il problema con un esperto del settore come può esserlo uno psicologo.

Gruppo Minerva

2 Comments

  • Stress da lavoro correlato ce ne parla la Dott.ssa Alessia Ruggiero - Gruppo Minerva4 Agosto 2017 at 9:01

    […] stress da lavoro correlato è definito come un insieme di reazioni fisiche ed emotive dannose per la salute, in seguito a un […]

  • RISCHIO DA STRESS E L’OBBLIGO DI VALUTARLO - Gruppo Minerva25 Maggio 2018 at 9:29

    […] Quali fattori osservare per valutare il rischio da stress […]

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment. Click here to login.

La contraffazione alimentare è un reato Come si diventa RSPP?